Arrivati!


Corridoi3Sono arrivati stamattina da Beirut all'aeroporto di Fiumicino le famiglie dei profughi siriani e iracheni che, grazie al progetto dei "corridoi umanitari", sono arrivati in tutta sicurezza e legalmente in Italia. Sono 94 persone, di cui 34 bambini, e vengono da Homs, Aleppo, Hama e Hassaka, tra loro anche una famiglia irachena.

I profughi sono arrivati grazie a un progetto ecumenico attivato dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), dalla Comunità di Sant'Egidio e dalla Tavola Valdese, in collaborazione con i ministeri dell'Interno e degli Esteri.
Il progetto, totalmente autofinanziato, consente a persone in "condizioni di vulnerabilità" di giungere in Italia senza rischiare la propria vita nel Mediterraneo e prevede l'arrivo di un migliaio di persone in due anni, non solo dal Libano, ma anche dal Marocco e dall'Etiopia.

 

 

 

 

 

 

 Corridoi1

In Italia saranno ospitati da una rete di case e strutture di accoglienza situate in diverse regioni: in Lombardia, Piemonte, Umbria, Lazio, Toscana, Basilicata.
Nel mese di febbraio erano già arrivati 97 profughi, di cui 43 bambini.

Segui su twitter: @nev_it

Visita di papa Francesco ai valdesi

Sottoscrizione per il Nepal

Per chi volesse inviare donazioni può farlo utilizzando i seguenti conti correnti specificando la causale "Terremoto Nepal":

Banca Prossima - IBAN: IT79C0335901600100000112766 - SWIFT/BIC: BCITITMX771
Conto corrente postale FCEI n° 38016002 - intestato alla Federazione delle chiese evangeliche in Italia -

IBAN: IT54S0760103200000038016002 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

I fondi raccolti saranno destinati all'organizzazione umanitaria Action by Churches Together - ACT Alliance, una coalizione di 140 chiese associate al Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) e alla Federazione luterana mondiale (FLM), già operativa nelle zone disastrate sin dalle prime ore dopo il sisma (www.actalliance.org).

LEGGI IL COMUNICATO

Contatti

cassetta lettere
Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Via Firenze 38 - 00184 Roma  (Italia)

tel. 06.48.25.120 - fax 06.48.28.728 - fcei@fcei.it

 

Social

Twitter iconFacebook icon