Papa Francesco parteciperà al lancio del Giubileo della Riforma


Roma (NEV), 27 gennaio 2016 – Con un comunicato stampa congiunto lo scorso 25 gennaio la Federazione luterana mondiale (FLM) e il Pontificio Consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani hanno lanciato la notizia che da più parti è stata definita come "epocale": papa Francesco sarà a Lund (Svezia) il prossimo 31 ottobre per prendere parte al lancio del Giubileo della Riforma protestante che ricorrerà nel 2017, al fianco del presidente e del segretario generale della FLM, rispettivamente il vescovo Munib A. Younan e il pastore Martin Junge. L'anniversario della Riforma verrà commemorato in "uno spirito di responsabilità ecumenica", ha spiegato quest'ultimo, dicendosi "profondamente convinto" che lavorando "per la riconciliazione fra luterani e cattolici," si operi "per la giustizia, la pace e la riconciliazione in un mondo lacerato dai conflitti e dalla violenza".

A Lund la celebrazione comune, incentrata sui "doni della Riforma" per le due confessioni, sarà fondata sulla "Common Prayer - Preghiera Comune", la recente guida liturgica appositamente preparata da cattolici e luterani e inviata alle chiese della FLM e alle conferenze episcopali cattoliche (vedi NEV 3/2016). La Chiesa di Svezia, con l'arcivescovo Antje Jackelén, auspica che tale appuntamento "contribuisca all'unità dei cristiani" in tutto il mondo. La commemorazione ecumenica - spiega ancora il comunicato lanciato significativamente proprio il giorno della chiusura della Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani - si inquadra nel processo di ricezione del documento del 2013 "Dal conflitto alla comunione", il "primo tentativo" di luterani e cattolici di descrivere insieme, a livello internazionale, la storia della Riforma. Il 2017, si precisa infine, coinciderà anche con il 50° anniversario del dialogo internazionale luterano-cattolico, dal quale sono scaturiti rilevanti risultati ecumenici, come la "Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione", firmata ad Augusta nel 1999.

Visita di papa Francesco ai valdesi

Sottoscrizione per il Nepal

Per chi volesse inviare donazioni può farlo utilizzando i seguenti conti correnti specificando la causale "Terremoto Nepal":

Banca Prossima - IBAN: IT79C0335901600100000112766 - SWIFT/BIC: BCITITMX771
Conto corrente postale FCEI n° 38016002 - intestato alla Federazione delle chiese evangeliche in Italia -

IBAN: IT54S0760103200000038016002 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

I fondi raccolti saranno destinati all'organizzazione umanitaria Action by Churches Together - ACT Alliance, una coalizione di 140 chiese associate al Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) e alla Federazione luterana mondiale (FLM), già operativa nelle zone disastrate sin dalle prime ore dopo il sisma (www.actalliance.org).

LEGGI IL COMUNICATO

Contatti

cassetta lettere
Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Via Firenze 38 - 00184 Roma  (Italia)

tel. 06.48.25.120 - fax 06.48.28.728 - fcei@fcei.it

 

Social

Twitter iconFacebook icon