Corridoi umanitari. La notizia fa il giro del mondo


L'Agenzia stampa NEV offre un servizio di rassegna stampa online sui propri social

Roma (NEV), 23 dicembre 2015 – La notizia sull'apertura dei corridoi umanitari verso l'Italia, un progetto-pilota nato nell'ambito di Mediterranean Hope (MH), indirizzato ad un migliaio di profughi e promosso dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) in collaborazione con la Comunità di Sant'Egidio e la Tavola valdese, dopo la conferenza stampa di lancio mercoledì scorso, è rimbalzata sui media italiani e esteri. Numerose sono state le testate cartacee e online, radio e TV, italiane ed estere, che hanno riferito del progetto (vedi NEV 51/2015) entrato nella fase operativa dopo la firma del protocollo tra le organizzazioni promotrici e il Ministero degli Affari esteri e il Ministero dell'Interno.

Del progetto ecumenico, finanziato in larga parte dall'8 per mille delle chiese metodiste e valdesi, hanno parlato - tra gli altri – i quotidiani La Croix e Die Zeit, il settimanale tedesco Der Spiegel, i TG dell'ORF austriaca e di ARTE' (TV bilingue di Strasburgo), ma anche il quotidiano libanese in lingua francese L'Orient-Le-Jour, e numerosi organi di informazione religiosa come il britannico Ekklesia o la svizzera Kath.ch. E il servizio stampa del Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) con sede a Ginevra ha rilanciato la notizia dell'innovativo progetto "modello per altri paesi europei" diffondendola nei 5 continenti.

Anche in Italia la notizia ha trovato ampia diffusione: ricordiamo il 16 dicembre l'intervista al presidente della FCEI, Luca Maria Negro uscita su L'Unità. Il giorno seguente il quotidiano Avvenire ha dedicato alla notizia l'apertura in prima pagina titolando "La vera sicurezza", mentre il suo direttore Marco Tarquinio, che proprio in quei giorni presentava il seguitissimo programma "Prima Pagina" di Radio3Rai, vi ha fatto cenno nel corso della trasmissione.

L'Agenzia stampa NEV sta tenendo traccia di quanto sta uscendo sui media postando via via le notizie su Facebook e Twitter.

Per chi non fosse iscritto a questi social network, è possibile accedere alla rassegna stampa andando sulla homepage dell'Agenzia (www.nev.it): scorrendo in fondo alla pagina troverà la timeline dei tweet a partire dalla quale potrà cliccare sui link delle singole notizie elencate.

Inoltre ricordiamo che è attivo il servizio gratuito di informazione via sms denominato "Evangelici nello spazio pubblico" (ESP) e attivabile iscrivendosi sempre andando sul sito dell'Agenzia NEV. Buona navigazione!

Visita di papa Francesco ai valdesi

Sottoscrizione per il Nepal

Per chi volesse inviare donazioni può farlo utilizzando i seguenti conti correnti specificando la causale "Terremoto Nepal":

Banca Prossima - IBAN: IT79C0335901600100000112766 - SWIFT/BIC: BCITITMX771
Conto corrente postale FCEI n° 38016002 - intestato alla Federazione delle chiese evangeliche in Italia -

IBAN: IT54S0760103200000038016002 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

I fondi raccolti saranno destinati all'organizzazione umanitaria Action by Churches Together - ACT Alliance, una coalizione di 140 chiese associate al Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) e alla Federazione luterana mondiale (FLM), già operativa nelle zone disastrate sin dalle prime ore dopo il sisma (www.actalliance.org).

LEGGI IL COMUNICATO

Contatti

cassetta lettere
Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Via Firenze 38 - 00184 Roma  (Italia)

tel. 06.48.25.120 - fax 06.48.28.728 - fcei@fcei.it

 

Social

Twitter iconFacebook icon