A Torino papa Francesco incontra la Chiesa valdese


Roma, 17 giugno 2015 (NEV/CS38) - In ottocento anni di presenza valdese in Italia non era mai successo: il prossimo 22 giugno un papa varcherà la soglia di un tempio appartenente alla più antica minoranza cristiana del paese. Su invito della Tavola valdese (organo esecutivo dell'Unione delle chiese metodiste e valdesi), papa Francesco si recherà in visita alla Chiesa valdese. L'incontro avverrà presso il Tempio valdese di Torino, corso Vittorio Emanuele II, 23.

Leggi tutto il comunicato

Diretta tv per la visita di papa Francesco al tempio valdese di Torino


Bernardini: "Una nuova stagione di fraternità si è aperta"

Roma (NEV), 10 giugno 2015 – Sarà trasmessa in diretta su Raiuno, dalle 8,55 alle 10, la visita di papa Francesco al tempio valdese di Torino in corso Vittorio Emanuele, il prossimo 22 giugno. "E' significativo che avvenga un incontro di carattere ufficiale e in una chiesa valdese. Nel passato – ha commentato il moderatore della Tavola valdese, pastore Eugenio Bernardini all'Agenzia NEV – ci sono già stati incontri, da papa Paolo VI in poi, ma si è sempre trattato di incontri in Vaticano o a Castel Gandolfo e in ambito di incontri ecumenici ampi. Con la sua visita, papa Francesco, credo voglia testimoniare non solo con le parole ma anche con i fatti che una nuova stagione si è aperta, una stagione fatta di rispetto, di fraternità e condivisione di responsabilità comuni, sia nei confronti della società, sia nei confronti di coloro che si aspettano dalle nostre chiese una parola di speranza e salvezza".

Papa Francesco conosce i valdesi dai tempi del suo ministero episcopale: in Argentina e in Uruguay, infatti, è presente una "Iglesia Valdense" del Rio de la Plata nata dalle migrazioni di fine Ottocento di centinaia di persone originarie delle Valli valdesi del Piemonte. Eletto papa, Francesco ha poi ripetutamente espresso parole di amicizia e apprezzamento per la Chiesa valdese, e brevemente incontrato il moderatore Bernardini nel settembre 2013. "Un incontro breve e non formale che, insieme a parole e gesti molto apprezzati, ci hanno indotto a invitare il papa nel primo tempio che i valdesi poterono costruire al di fuori del ghetto delle 'Valli valdesi'. Un tempio – conclude Bernardini – che si lascia alle spalle l'epoca delle persecuzioni e che simboleggia un cammino di libertà e di testimonianza evangelica che continua ancora oggi".

Mediterranean Hope. La speranza di Amaniel


di Gaëlle Courtens per Riforma.it

11 giugno 2015 - In questi giorni in Sicilia un gruppo di tedeschi, rappresentanti di chiese evangeliche e politici di tutti gli schieramenti, hanno visitato le strutture di «Mediterranean Hope»

12 anni. Eritreo. Non accompagnato. Amaniel* non ride.

MH. Politici tedeschi visitano Catania, Lampedusa, Pozzallo e Scicli


Domani l'incontro a Roma con il presidente del Senato Pietro Grasso

Scicli (NEV), 10 giugno 2015 - "Con questo viaggio in Sicilia abbiamo voluto sensibilizzare i nostri politici sul tema delle migrazioni. Non c'è nulla che possa sostituire un'esperienza diretta con chi lavora sul terreno e in prima linea con e per i migranti, siano essi esponenti di chiese o della società civile, delle istituzioni o delle forze dell'ordine". Così il vice presidente della Chiesa evangelica della Westfalia, pastore Albert Henz, responsabile del dipartimento Chiesa e Società, ha spiegato lo scopo del viaggio che in questi giorni sta portando politici regionali del Land Nord Reno-Westfalia in Sicilia, e in particolare a Catania, Lampedusa, Pozzallo e Scicli.

Contatti

cassetta lettere
Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Via Firenze 38 - 00184 Roma  (Italia)

tel. 06.48.25.120 - fax 06.48.28.728 - fcei@fcei.it

 

Social

Twitter iconFacebook icon