La FCEI lancia una sottoscrizione per il Nepal

Roma, 29 aprile 2015 (NEV/CS34) - In seguito al violento terremoto che il 25 aprile scorso ha devastato il Nepal, la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) ha lanciato una sottoscrizione per l'aiuto alle vittime. Le morti salirebbero a 10'000, gli sfollati a 8 milioni, mentre l'80% delle costruzioni sono crollate o inagibili. A Kathmandu, città di un milione di abitanti, il terremoto ha fatto crollare la torre di Dharahara del 1832, dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Mai più stragi nel mare

Roma, 27 aprile 2015 (NEV/CS32) - Di fronte alle stragi del mare la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) e la Comunità di Sant'Egidio hanno lanciato insieme la proposta di aprire un canale umanitario che consenta a un certo numero di profughi di ottenere un visto per ragioni umanitarie e quindi di viaggiare in condizioni di sicurezza.
A questo proposito proponiamo di seguito la trascrizione dell'intervista al pastore Massimo Aquilante, presidente della FCEI, andata in onda ieri mattina nella trasmissione "Culto Evangelico" di Radiouno RAI a cura di Luca Baratto.

Migranti morti in mare


Roma, 21 aprile 2015 (NEV/CS30) - Dopo la notizia dei 700 migranti annegati nel Canale di Sicilia, con un comunicato stampa congiunto rilasciato ieri, 20 aprile, tre organismi internazionali di chiese cristiane (anglicane, protestanti, ortodosse e vecchio-cattoliche) hanno lanciato un appello ai paesi membri dell'Unione europea, affinché venga messa in atto un'azione preventiva per evitare altre tragedie in mare, tra cui l'istituzione di corridoi umanitari verso l'Europa.

Un canale umanitario in Marocco


Roma, 22 aprile 2015 (NEV-Sant'Egidio) - Di fronte alle stragi del mare, che registrano un numero sempre più elevato e inaccettabile di vittime, la Federazione delle Chiese evangeliche in Italia e la Comunità di Sant'Egidio lanciano una proposta realizzabile in tempi rapidi dalle autorità italiane proponendola come "modello" applicabile non solo dall'Italia ma anche da altri Stati europei.

Strage di profughi in mare


Roma, 20 aprile 2015 (NEV/CS26) - "Da mesi, come Mediterranean Hope (MH), avanziamo una proposta e siamo pronti a dare il nostro contributo attivo e diretto: l'idea - accolta da ampi settori del mondo delle associazioni, delle comunità di fede e di alcuni settori politici - è quella di aprire dei corridoi che consentano ai profughi di ottenere una protezione umanitaria presso le ambasciate europee e quindi di viaggiare in condizioni di sicurezza".

Contatti

cassetta lettere
Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Via Firenze 38 - 00184 Roma  (Italia)

tel. 06.48.25.120 - fax 06.48.28.728 - fcei@fcei.it

 

Social

Twitter iconFacebook icon